Allacciamento alla canna fumaria? Tutte le risposte alle vostre tante domande

Allacciamento alla canna fumaria? Tutte le risposte alle vostre tante domande

Quando si decide di acquistare un prodotto (stufa o camino) a legna o pellet, nuovo o in sostituzione al vecchio, bisogna fare i conti con le opere di installazione che prevedono anche l’allacciamento alla canna fumaria. La normativa sulla canna fumaria è un argomento che genera tanti dubbi e domande. Ecco alcune risposte:

La canna fumaria, o sistema di evacuazione dei fumi, è  per definizione quel sistema che espelle all’esterno dell’abitazione i fumi generati dalla combustione. Secondo la normativa tecnica, si compone di tre elementi:

  1. Canale da fumo: condotto che collega la stufa o il caminetto alla canna fumaria per l’evacuazione dei prodotti di combustione
  2. Canna fumaria
  3. Comignolo: parte finale della canna fumaria, diretta verso il cielo

La maggior parte dei dubbi si riferisce alla normativa UNI 10683 per l’installazione, la verifica e la manutenzione degli impianti a biomassa. L’ultima revisione è stata nel 2012 e ha portato a importanti modifiche che è bene conoscere per non incorrere in soluzioni e impianti non conformi, quindi sanzionabili.

Posso installare un prodotto, a pellet o legna, anche senza canna fumaria?

No, non è possibile. La normativa UNI 10683 impone l’obbligo di un sistema di evacuazione fumi idoneo ad assicurare un’adeguata dispersione in atmosfera dei prodotti della combustione. Dal 2013 la normativa vieta l’installazione di canne fumarie o condotti a parete, imponendo lo scarico fumi a tetto. Ovviamente, chi ha installato una stufa, un camino, o una caldaia a pellet, prima dell’introduzione del nuovo regolamento, si deve adeguare e rendere a norma l’impianto.

Una canna fumaria non rispondente alle normative può impedire la corretta evacuazione dei prodotti di combustione causando problematiche alla salute ma anche al funzionamento stesso del prodotto. Se si manifestano malfunzionamenti e l’installazione non è a norma, la garanzia potrebbe anche non rispondere.

Meglio dunque assicurarsi di essere conformi per non incorrere in disagi o penali.

Cosa è opportuno verificare prima dell’installazione?

Prima di procedere con l’acquisto della stufa, caminetto o caldaia, va sempre fatto un sopralluogo, necessario a verificare la fattibilità dell’installazione.

Cosa dovrà fare quindi l’installatore?

  • Verificare l’idoneità del locale dove sarà installato il prodotto;
  • controllare se sono installati altri apparecchi (anche se alimentati da combustibili diversi) per essere sicuro che l’installazione sia ammessa;
  • assicurarsi che la posizione del generatore di calore favorisca le fondamentali operazioni di caricamento del combustibile, manutenzione e pulizia delle ceneri;
  • verificare l’idoneità del sistema di evacuazione fumi, se esistente, e valutare l’eventuale necessità di risanamento della canna fumaria.

Una volta verificati tutti gli aspetti citati sopra e dopo aver installato il prodotto, il tuo tecnico dovrà rilasciarti la dichiarazione di conformità dell’impianto, documento molto importante per eventuali interventi futuri.

È possibile avere due o più prodotti collegati alla stessa canna fumaria?

La normativa UNI 10683 afferma quanto segue: “Non sono ammesse canne fumarie collettive né il convogliamento del medesimo camino o canale da fumo di scarichi di cappe sovrastanti apparecchi di cottura di alcun genere né scambi provenienti da altri generatori.”

Tuttavia, è ammessa la realizzazione di un sistema composto da caminetto e forno di cottura con un unico punto di scarico verso il camino, per il quale il produttore deve fornire le caratteristiche dell’allacciamento dei canali da fumo.

Se abito in un condominio posso installare un prodotto a pellet o legna?

Installare un prodotto a biomassa in un condominio è assolutamente possibile, a patto di essere in linea con le normative. Non essendo una casa indipendente, ci sono inoltre alcuni aspetti – burocratici e tecnici – che vanno tenuti in considerazione per poter avere il permesso di procedere con l’installazione del prodotto.
Gli appartamenti all’ultimo piano sono agevolati, mentre per chi abita nei piani inferiori la questione è diversa perché è necessario far passare lo scarico dei fumi attraverso la canna fumaria centralizzata del condominio.

Condominio senza canna fumaria: cosa fare?

Nel caso in cui nel vostro condominio non ci fosse la canna fumaria, bisognerà provvedere a realizzarne una ex novo, dopo ovviamente aver richiesto l’approvazione condominiale e accertarsi di rispettare tutte le norme. Per esempio, si deve garantire che la struttura architettonica dell’edificio non risulti lesa dalla presenza dello scarico. In secondo luogo, ci sono delle distanze da rispettare da finestre e balconi dei vicini, regolamentate dalla normativa UNI 7129 e dell’articolo 906 del codice civile.
Normativa canne fumarie, regolamenti, aspetti tecnici… per fortuna viene in aiuto il tecnico.
Gli aspetti tecnici da tenere in considerazione sono diversi e dipendono molto anche dal contesto abitativo (es. casa indipendente o condominio), perciò è fondamentale rivolgersi sempre a un tecnico che ti saprà indicare le normative da rispettare e operazioni da attuare per rendere conforme l’impianto.

Se dovessi aver bisogno di maggiori informazioni oppure di richiedere un sopralluogo, puoi rivolgerti senza impegno a Bioclima di Granza Marco siamo a Pedara Via Ercole Patti 26/28 95030 Pedara (CT).

Stufa a legna rivoluzionaria automatica Rizzoli

Stufa a legna rivoluzionaria automatica Rizzoli

Vi presentiamo  la TE 60 una nuova rivoluzionaria stufa a legna ad alimentazione automatica in grado di funzionare da sola per oltre 6 ore. Fiamma elegante e braci non in vista. Rivestimento in acciaio verniciato o pietra serpentino.

La TE 60 è una nuova rivoluzionaria stufa a legna ad alimentazione automatica. Unica nel suo genere, la TE 60 vanta una lunga autonomia resa possibile da un sistema di auto alimentazione della legna. Il serbatoio collocato nel retro della stufa è progettato per immagazzinare fino a 15 kg di legna e funziona senza nessun tipo di ausilio elettronico o meccanico. La TE 60 funziona in perfetta autonomia ma può essere utilizzata anche nel sistema tradizionale con il carico della legna direttamente nella camera di combustione dalla porta frontale. La nuova Serie TE 60 ha ottenuto le certificazioni degli enti più importanti e rientra a pieno titolo negli incentivi statali del conto termico.  Approfitta anche delle  nuove agevolazioni e incentivi fiscali . Se vuoi vedere dal vivo il funzionamento della TE 60, ti aspettiamo presso il nostro showroom di Pedara (Ct). Per ricevere invece maggiori informazioni, preventivi su tutti i nostri prodotti e servizi, mettetevi in contatto con la nostra azienda, cercheremo di soddisfare ogni vostra richiesta.

Focus Aduro la stufa a Biomassa Ibrida legno e pellet unica al mondo

Focus Aduro la stufa a Biomassa Ibrida legno e pellet unica al mondo

Aduro Hybrid non è una stufa a legna e neanche una stufa a pellet: come suggerito dal nome, è una stufa ibrida. È principalmente indicata agli utilizzatori di stufe a legna che desiderano
usufruire della funzione pellet quando non sono in casa o durante la notte, riducendo ma non eliminando l’utilizzo della legna.
Aduro Hybrid ti consente di ottenere il meglio dai due mondi, con una famma accogliente tipica della combustione a legna ed un calore a basso impatto ambientale offerto dal pellet di legna.
Potrai utilizzare Aduro Hybrid come una classica, ecologica stufa a legna, con la sua famma accogliente ed un funzionamento totalmente silenzioso.
Ti potrai sempre scaldare, anche in assenza di energia elettrica. La funzione a pellet offre una serie di opzioni aggiuntive: potrai per esempio lasciare consapevolmente la stufa accesa
durante la notte e scaldare la casa in tua assenza.

    • Possibilità di accensione a distanza – Godidi un ambiente caldo al tuo rientro a casa.
    • Funzionamento manuale o attraverso smartphone/tablet.
    • Può partire in automatico e mantenere la temperatura ambiente.
    • Opzioni programmabili con calendario e controllo temperatura.
    • Non rumorosa utilizzando il pellet ecompletamente silenzionsa a legna.
    • Passaggio semplice da un combustibile all’altro.
    • Visione della famma unica.
    • Sicura, ecologica e testata.

Aduro H1 Hybrid: vieni a scoprirla nel nostro Showroom! Ci trovi a Pedara (CT) Via Ercole Patti n°26

Vincitore del Premio Europeo per l’Ambiente 2018

Aduro Hybrid non è più una novità mondiale, ma una delle stufe ibride più vendute in Europa. La stufa è stata progettata dal designer danese Casper Storm ed è installata in
oltre 5.000 case in Europa.
In Giugno 2018, Aduro Hybrid è stata insignita del prestigioso premio European Business Award for the Environment nella categoria “Prodotti e Servizi Sostenibili”.
Il premio riconosce le aziende attente all’ambiente per le loro iniziative sostenibili.
Aduro Hybrid riduce considerevolmente le emissioni, anche quando paragonata alle migliori stufe a legna, grazie alla combustione a pellet a controllo automatico.
Aduro Hybrid ha passato una doppia sessione di test dall’Istituto Tecnologico Danese in ottemperanza alle piú stringenti normative ambientali Europee.
L’eccellente performance energetica è da oggi compatibile con le nuove norme UE in vigore dal 2022.

Siamo rivenditori Termocamini Vulcano

Siamo rivenditori Termocamini Vulcano

I camini Vulcano hanno sempre la parola Termo che li accompagna, perchè?

E’ ormai difficile slegare la parola termocamino dal marchio Vulcano. Viene praticamente naturale associare Vulcano a qualcosa in più di un caminetto. Vulcano, infatti, progetta dal 1997 macchine perfette non solo a scaldare l’ambiente in cui si trova il camino ma a produrre acqua calda sia sanitaria che per alimentare impianti termici (radiatori). Come vedremo più avanti, a seconda del modello, i caminetti Vulcano sono abbinabili o meno ad altre caldaie (es. metano).

I proprietari della Vulcano si occupano di termocamini dal 1974. Hanno creato questa azienda, l’unica così specializzata, focalizzandosi esclusivamente su termocamini ad acqua alimentati a legna. L’estrema specializzazione ha permesso negli anni di acquisire il sapere tecnico, l’esperienza e le attrezzature dedicate alla realizzazione in grande serie di camini estremamente efficienti.

La mission aziendale è molto semplice: offrire qualità, continua innovazione e costi concorrenziali per realizzare la massima soddisfazione del cliente finale. I camini vulcano sono pensati in modo tale che il consumatore finale sia talmente felice che diventa esso stesso promotore del marchio.

Caratteristiche tecniche termocamino Vulcano

Come anticipato l’azienda si è concentrata sulla unicamente sulla produzione di termocamini ad acqua alimentati a legna. Di seguito riassumiamo le principali qualità tecniche:

  • Struttura in acciaio verniciato con trattamento adatto alle alte temperature
  • Autonomia acqua calda dalle 10 alle 15 ore per tutti i modelli (mantiene l’acqua calda anche con camino spento)
  • Adatti per ambienti da 50 ai 320 mq a seconda del modello
  • Consumo da 1 kg/ora a 12 kg/ora
  • Produzione di acqua calda da 15 a 29 litri/minuto
  • Adatti ad essere integrati con qualsiasi tipo di impianto termico preesistente

Tre tipologie di caminetto per ogni vostra esigenza

Come è stato già ripetuto, i camini Vulcano vengono prodotti in varie classi di potenza che a loro volta si suddividono in tre tipologie. Ad ogni cliente verrà consigliata la giusta soluzione per l’integrazione con l’impianto di riscaldamento che ha bisogno di realizzare.

Le classi di potenza sono 4:

  • Vulcano 25 riscalda un’ambiente di superficie tra i 50 e 150 mq
  • Vulcano 30 riscalda un’ambiente di superficie tra i 120 e i 220 mq
  • Vulcano 35 riscalda un’ambiente di superficie tra i 170 e i 270 mq
  • Vulcano 35S riscalda un’ambiente di superficie tra i 120 e i 320 mq

Le serie di prodotto invece sono 3 e si differenziano dalla possibilità di abbinamento agli altri impianti termici

  1. La serie 1 alimenta impianti termici e bollitori a scambio diretto.
  2. La serie 2 aggiunge alla serie 1 la produzione di acqua calda e la possibilità di scambio indiretto o il collegamento ad altre caldaie.
  3. La serie 3 permette di alimentare impianti a scambio indiretto e produrre acqua calda in abbinamento ad altre caldaie. La serie 3, inoltre, può alimentare due distinti impianti e due distinte caldaie.

Funzionamento e pannello di controllo

Il funzionamento è più semplice di un comune caminetto. Tutti modelli di termocamino sono dotati di una centralina di comando con un’intuitivo pannello di controllo preimpostato dalla fabbrica per prevenire qualsiasi errore. L’installatore dovrà semplicemente seguire lo schema del collegamento fornito.

Si può utilizzare come un qualsiasi riscaldamento a combustibile fossile. Quando si è fuori casa si deve solo avere l’accortezza di chiudere la porta. I nuovi modelli, inoltre, hanno aumentato la capacità di carico per dare maggiore flessibilità. Si può caricare e dimenticarsene, la combustione si regolerà automaticamente in base alla centralina.
Scelta del modello

Vi consigliamo di contattarci per avere indicazioni per la scelta del modello adatto alle vostre esigenze e al vostro tipo di impianto. Il manuale tecnico vi può essere d’aiuto per avere un’idea più precisa ma sarà più semplice e correte meno rischi di sbagliare rivolgendovi a noi.

Per il tipo di installazione potete visitare questa pagina dove troverete delle indicazioni grafiche abbastanza chiare.

Per quanto riguarda, invece, il rivestimento esterno sarete liberi di scegliere tra le soluzioni di Bioclima di Marco Granza qualsiasi altro progetto a vostra scelta. Ti aspettiamo presso il nostro showroom di Via Ercole Patti 26/28 95030 Pedara (CT)

 

Sistemi fumari a Catania – Progettazione e posa in opera canne fumarie

Sistemi fumari a Catania – Progettazione e posa in opera canne fumarie

Bioclima di Marco Granza è presente sul mercato con una pluriennale esperienza nell’ambito della progettazione, della produzione e della vendita di canne fumarie e non solo.

Offriamo ai nostri clienti la possibilità di usufruire di un servizio “chiavi in mano”, che include non soltanto progettazione e produzione canne fumarie, ma anche ciò che riguarda la videoispezione, l’installazione, l’eventuale risanamento, la fornitura e la posa in opera. Progettiamo, realizziamo e manutentiamo “canali da fumo” per ristoranti, pizzerie, bracerie e locali.

La nostra realtà aziendale si distingue sul mercato per la capacità di individuare e risolvere le problematiche con flessibilità, competenza e costante aggiornamento relative a:

  • Progettazione
  • Verifiche
  • Risanamento
  • Videoispezioni
  • Pulizia camini

Bioclima di Marco Granza, situata in Via Ercole Patti, 26/28, Pedara (Catania), grazie all’esperienza e competenza maturata nel campo delle canne fumarie, siamo in grado di fornire degli ottimi servizi, utilizzando ovviamente materiali in linea con le normative vigenti europee. I servizi e i prodotti da noi offerti sono sicuramente di ottima qualità, ma un aspetto da tenere sempre in considerazione è la convenienza: per questo da noi troverete un ottimo rapporto qualità/prezzo, grazie a prodotti e servizi efficaci e convenienti al tempo stesso.

Per qualunque tipo di problematica, i nostri tecnici saranno sempre a disposizione per aiutarvi e trovare la soluzione più opportuna in quanto forniamo anche un servizio di consulenza.

 

Realizzazione forno a pietra alimentato a pellet

Realizzazione forno a pietra alimentato a pellets

 

Realizzazione forno a pietra alimentato a pellets

 

Utilizzando il forno a pellets a tutti gli effetti utilizziamo legna che, come si sa, è il sistema tradizionale per cuocere, il più arcaico ed il più naturale. Il forno a pietra per panifici e pizzerie alimentanto a pellets, utilizzando un adeguato bruciatore, produce pochissimo fumo e fuliggine, ed, avendo una percentuale di umidità molto bassa (6%-8%), ha un’elevata resa calorica, superiore al ceppo di legna. Nel video tutte le fasi della lavorazione in loco. Compila il form in fondo per ricevere tutte le info.

 

Il chiarore all’interno del forno è solare, e l’immagine della vostra attività sarà quella del tradizionale forno a legna. Il pellets, come la combustione a gas, permette di avere una gestione della fiamma facilitata con la differenza di un risultato tipico del forno a legna. Per maggiori informazioni su questo prodotto compilate il seguente form:

Contatti

 

Codice di verifica

Esposizione caminetti Maison Fire da Bioclima Pedara

ESPOSIZIONE PRODOTTI MAISON FIRE NEL NOSTRO SHOWROOM DI PEDARA(CT)

Sabato 16 Marzo dalle ore 18.30, fantastica ed imperdibile esposizione nel nostro Showroom Bioclima Pedara a Catania, dei Caminetti Elettrici ad acqua del prestigioso marchio di riscaldamento domestico Maison Fire.

Saranno esposti ed accesi i seguenti modelli del prestigioso Marchio:

CAMINETTO ELETTRICO AD ACQUA  CASSETTE 500 METAL

Utilizzando CASSETTE 500 in versione metal si ha la possibilità di ricreare l’effetto minimale della fiamma che fuoriesce da una spaccatura, decorando al bisogno secondo preferenza (sassi bianchi, ciotoli di vetro etc etc). Posizionabile in serie fino ad 8 metri e sincronizzabile mediante il telecomando bluetooth in dotazione. Fiamma ad intensità regolabile, fantastico effetto sonoro del crepitio della legna che brucia, anch’esso modulabile. Carica dell’acqua tramite serbatoio oppure con collegamento diretto all’impianto idraulico.

 

CAMINETTO ELETTRICO AD ACQUA  CASSETTE 400

I caminetti modulari ad acqua sono strepitosi strumenti con i quali ricreare il fuoco di un camino ovunque, in assenza di calore (con conseguenti rischi) e soprattutto senza dover alimentare la fiamma con un combustibile. La versatilità è totale, si possono posizionare anche in grande numero per creare fronti di fuoco impensabili, si incassano liberamente nel legno o qualsiasi materiale infiammabile, in nicchie nelle pareti, in tavoli o mobili, semplicemente ovunque

 

 

CAMINETTO ELETTRICO AD ACQUA  CASSETTE 600

I caminetti modulari ad acqua sono strepitosi strumenti con i quali ricreare il fuoco di un camino ovunque, in assenza di calore (con conseguenti rischi) e soprattutto senza dover alimentare la fiamma con un combustibile. La versatilità è totale, si possono posizionare anche in grande numero per creare fronti di fuoco impensabili, si incassano liberamente nel legno o qualsiasi materiale infiammabile, in nicchie nelle pareti, in tavoli o mobili, semplicemente ovunque

 

 

CAMINETTO ELETTRICO AD ACQUA  BRICKS 56/600

Focolare elettrico da appoggiare a terra o incassare a muro

 

 

 

 

BRUCIATORE A BIETANOLO 1 LITRO

Comodo bruciatore da libero posizionamento con pietra refrattaria di alta qualità all’interno, completo di misurino graduato per caricamento, accenditore.

Promo su tutti i prodotti Piazzetta

PROMO PIAZZETTA

DAL 11 FEBBRAIO AL 31 AGOSTO 2019 imperdibile PROMO  del prestigioso Marchio Piazzetta con Bioclima Rivenditore autorizzato
FINANZIAMENTO A TASSO ZERO IN 12 MESI (TAN 0% – TAEG MAX 8,48 %)
FINANZIAMENTI A TASSO AGEVOLATO FINO A 48 MESI (TAN 5,60% – TAEG MAX 11,85%)
SOLO SUI PRODOTTI PIAZZETTA

VIENI A VISITARCI NEL NOSTRO SHOWROOM

Vieni a visitarci nel nostro showroom di Pedara(CT) per tutte le Informazioni  ed acquistare i  prodotti del prestigioso marchio Piazzetta in Promo (Stufe a Pellet, Stufe a Legna, Caminetti, Termocamini)
Canna fumaria e condominio, come comportarsi

Canna fumaria e condominio, come comportarsi

Canna fumaria e condominio, come comportarsi

In caso vogliate installare una stufa a pellet o un camino potreste avere la necessità di installare una canna fumaria per permettere lo scarico dei fumi.

Ma cosa succede se abitate in un condominio?

Per prima cosa il Codice civile ai sensi dell’art. 1102 garantisce il diritto di ciascun condomino di usufruire delle parti comuni dell’edificio allo scopo di miglioramento delle proprie condizioni abitative. Quindi l’intervento di installazione della canna fumaria non può essere quasi mai vietato dall’assemblea dei condomini.

L’unica regola è che l’intervento di installazione della canna fumaria su muro perimetrale del condominio, non deve impedire agli altri inquilini l’uso dello stesso cioè senza pregiudicarne la funzione in alcun modo.

Di fatti il T.A.R.delle Marche, con la sentenza 648/2017, ha stabilito e regolato questa specifica richiesta da parte di un cittadino italiano dopo un caso realmente accaduto che, una volta sancite le considerazioni del tribunale, va a costituire un precedente su cui far ruotare tutte le successive richieste.

La formulazione della sentenza:

La richiesta di installazione della canna fumaria sul muro perimetrale dell’edifico – per cui è possibile usufruire anche del Conto Termico oltre che delle detrazioni fiscali statali – era arrivata da parte di un’attività di ristorazione, che aveva ottenuto l’autorizzazione del Comune e della Soprintendenza per effettuare l’intervento e apporre la bocchetta d’uscita delle braci sul muro perimetrale.
Un condomino, però, ha sollevato una protesta a riguardo, ma come definito dal Tar, visto che l’installazione non andava a inficiare la funzione del muro né ne complicava l’utilizzo, l’intervento è stato possibile anche senza consenso.
In questa sede è stata rivista anche la norma sull’altezza obbligatoria della canna fumaria: secondo il Regolamento edilizio, infatti, i camini di sfogo devono essere posizionati ad almeno un metro sopra la parte più alta di tetti e parapetti di edifici che distano 10 metri dal condominio in questione.
Una norma più che giusta, ma che in caso di prossimità di grattacieli, impossibile da rispettare, poiché si tratterebbe di sviluppare canne fumarie con altezze chilometriche. Cosa fare dunque? Il Tar ha stabilito di effettuare questo tipo di interventi con l’ottica di preservare al meglio la salute dei vicini evitando, però, di incorrere in paradossi e di modulare caso per caso l’altezza del comignolo (fonte).

Stufe a pellet moderne, Camini, Termocamini – L’azienda BioClima di Marco Granza, grazie all’esperienza maturata nel settore del riscaldamento domestico ed industriale e del relativo indotto, oggi può offrirvi una vasta gamma di prodotti, il più completo e specializzato show room multimarca di camini e stufe della Sicilia. Fai subito un preventivo >>

Faro il fungo Pirolitico di Paterno, per il riscaldamento esterno

FARO DI PATERNO COSTRUTTORI STUFE

Quello che non esisteva adesso c’è…

Faro di Paterno costruttori di Stufe, non è un semplice riscaldatore pirolitico a pellet ma è il risultato finale di una ostica sfida divenuta realtà.
La combustione/gassificazione perfetta, ottenuta dopo lunghi e accurati studi di laboratorio, si è coronata con un brevetto industriale sulla tecnologia di funzionamento (POB System) e con la grande soddisfazione di proporre al mercato un prodotto nuovo, ecologico, economico, innovativo e unico nel suo genere.
Elenchiamo i principali Plus del riscaldatore pirolitico Faro di Paterno Costruttori Stufe

· Linea estetica di design bella, ricercata, moderna e accattivante.
· Cristallo ceramico panoramico vista fuoco, il diametro da 200 mm non limita la bellezza della fiamma in completa sicurezza.
· Basamento con piedini regolabile, corredato da un dispositivo di controllo per la perpendicolarità di utilizzo.
· Funzionamento a tecnologia pirolitica, processo chimico che permette di trasformare qualsiasi biomassa legnosa in Gas con basse emissioni.

· Controllo della combustione/gassificazione tramite centralina elettronica, POB System perfeziona il processo di pirolisi rendendolo stabile, sicuro, ecologico e privo di fumo dall’accensione allo spegnimento.
· Braciere in acciaio inox con particolare conformazione aerodinamica e geometrica POB System.
· Gestione di funzionamento automatica completa di (Ciclo Intero - Mezzo Ciclo) con avvio tramite chiave magnetica.
· Alta efficienza e rendimento, il calore viene trasmesso per convezione e irraggiamento.
· Luci Led estetiche e indicatori di processo pirolitico con variazione di colore, avviso lampeggiante per la ricarica della batteria.
· Combustibile economico e ecologico (pellet) senza pericolosità (Autorizzazioni V.d.F.), può essere utilizzato in città, nei centri storici, sotto i portici, nelle fiere ecc ecc… (Non è soggetto a normative UNI per il GPL)
· Costo di gestione minimo 0,30 € / ora per 7,0 kW di potenza (1/5 rispetto al GPL e all’energia Elettrica) praticamente si ammortizza in una mezza stagione di utilizzo.
· Attualmente è normato e autorizzato uso out door ma è in approvazione anche il dispositivo in door funzionante a bioetanolo e con potenza ridotta 4,00 KW.

Oltre all’impiego “privato” si utilizza negli Hotel, Bar, Ristoranti, Agriturismo, Fiere, Circolo Sportivi (Golf - Piscina - Tennis - Maneggi …) praticamente tutte le tipologie di attività che utilizzano un’area esterna da sfruttare nel periodo autunnale e invernale.

Faro il fungo Pirolitico Targato Paterno

TECNOLOGIA - La Pirolisi

Il processo chimico alla base del funzionamento dei nostri prodotti è la Pirolisi, una decomposizione termochimica di grandi molecole tramite il loro riscaldamento e in assenza di ossigeno.
La Pirolisi è ampiamente utilizzata in ambito industriale per lo smaltimento dei rifiuti, il processo di applicazione è complesso e non sempre conveniente poiché necessita di grande energia esterna per funzionare e deve essere eseguito all’interno di contenitori stagni.
Applicata alle biomasse, la pirolisi permette di scindere il materiale in due principali componenti: syngas (o gas di sintesi che è un ottimo combustibile) e un residuo solido carbonioso comunemente noto come char.

Faro il fungo Pirolitico

TECNOLOGIA POB - Micro-gassificazione

Il sistema POB trasforma la biomassa con un processo di decomposizione termochimica autotermica denominato “micro-gassificazione” utilizzando il syngas risultante per ottenere l’energia necessaria a sostenere il processo stesso.
Il processo di micro-gassificazione si articola in due fasi distinte e consecutive:
1 _ La Pirolisi: La biomassa viene trasformata in syngas e in char. Il syngas prodotto alimenta la fiamma mentre il char diventa un reagente per la fase successiva.
2 _ La Gassificazione: Il char prodotto dalla prima fase viene a sua volta trasformato in gas, che alimenta l’ultima fase a caratteristica “fiamma blu”.
L’unico residuo solido dell’intero processo è un’esigua quantità di cenere (inferiore all’ 1% del volume iniziale).
Il sistema pirolitico POB è una tecnologia brevettata che perfeziona il processo di micro-gassificazione rendendola priva di fumo (anche in fase di accensione e spegnimento), stabile e sicura nel funzionamento, semplice da utilizzare ma soprattutto estremamente ecologica ed economica.

Faro il fungo Pirolitico

TECNOLOGIA POB - Specifiche 
Il processo di micro-gassificazione non necessita di fonti di energia esterne.

In alcuni casi è semplicemente implementata una piccola ventola a basso consumo per assistere la ventilazione del sistema.
La tecnologia brevettata POB è costituita da uno studio sulla forma aerodinamica e costruzione geometrica della camera di combustione unita ad un sistema elettronico per il controllo, la gestione e la modulazione della fiamma.
Grazie alla tecnologia POB è possibile bruciare i gas prodotti dal processo di micro-gassificazione in condizioni di combustione ottimale massimizzando in tal modo l’efficienza e riducendo al minimo l’emissione di incombusti.
I dispositivi utilizzanti la tecnologia POB, a differenza dei sistemi attualmente conosciuti, garantiscono un processo di micro gassificazione costante per la stabilità della fiamma e del calore, la completa eliminazione di fumo dall’accensione allo spegnimento e un’estrema facilità nell’utilizzo e nella gestione di funzionamento da parte del consumatore.

Faro il fungo Pirolitico

01 _ Caricare il pellet nel serbatoio
02 _ Irrorare il pellet con il combustibile vegetale consigliato
03 _ Utilizzare la maniglia in dotazione
04 _ Inserire il serbatoio nell’apposito scomparto
05 _ Avviare la fiamma mediante un accendino
06 _ Chiudere la fessura per l’accensione
07 _ Attivazione tramite chiave magnetica
08 _ Autonomia: 6 ore con 7kg di pellet